Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Genova, con numero 6/2018 – Direzione editoriale di Mediaterraneo Servizi

Appuntamento il 5 e 6 settembre a Sestri Levante per le Giornate dell’Andersen e la premiazione del 53° Premio H.C. Andersen – Baia delle Favole

Una promessa mantenuta: il tradizionale appuntamento a Sestri Levante atteso da grandi e piccini, previsto a giugno ma rinviato causa emergenza Covid-19, si terrà in occasione della riapertura delle scuole. Sabato 5 e domenica 6 settembre saranno le Giornate dell’Andersen nella Città dei Due Mari e verranno premiati i vincitori del 53° Premio H.C Andersen – Baia delle Favole. Oltre 500 le fiabe inedite arrivate.

Per noi era importante mantenere questa promessa” ha dichiarato Valentina Ghio, sindaca di Sestri Levante. “L’Andersen è la festa dei bambini, è il momento in cui consegniamo loro la città e lasciamo che si perdano nell’incanto delle fiabe e degli appuntamenti creati per loro e i loro genitori. Prima che scoppiasse l’emergenza Covid-19 stavamo lavorando a un programma ricco di eventi, che prevedeva il Premio e il Festival. Poi, purtroppo, sono cambiate le condizioni sia per mantenere le stesse date, sia per mantenere gli stessi eventi. Come tanti altri Comuni italiani, anche noi abbiamo dovuto affrontare una serie di priorità e costi imprevisti, ma abbiamo voluto mantenere quell’appuntamento magico, quella festa delle fiabe che, quest’anno, non li saluterà alla fine della scuola ma all’inizio di quello che, lo speriamo, sarà un ritorno in classe in sicurezza e di tutti. Vorrei ringraziare non solo tutte le realtà del territorio che si stanno attivando per garantire delle ricche e gioiose Giornate dell’Andersen, ma anche Medici Senza Frontiere che sarà il charity partner di questa edizione particolare”.

È dunque confermata sabato 5 settembre, la cerimonia di premiazione del 53° Premio H.C. Andersen – Baia delle Favole, il concorso letterario per la fiaba inedita che si tiene a Sestri Levante dal 1967. E, in quel fine settimana, per le Giornate dell’Andersen – dedicate a Gianni Rodari per il centenario della sua nascita – si prevedono la tradizionale Festa della Solidarietà, laboratori per bambini, incontri culturali e spettacoli per tutti.

“Non ci aspettavamo che, in un periodo così complicato ed emotivamente gravoso per i bambini, per i genitori e per le stesse scuole, arrivassero tante fiabe inedite” ha aggiunto Maria Elisa Bixio, assessora a Cultura ed Eventi. “Invece, per questa 53° edizione, abbiamo ricevuto oltre 500 opere. Inevitabilmente si sono ridotte quelle delle scolaresche, ma stiamo leggendo e valutando: 13 graphic novel; circa 300 fiabe per la sezione adulti; 7 in lingua straniera provenienti da Belgio, Inghilterra, Italia e Russia; un centinaio complessivo per le sezioni ragazzi, bambini e materna e, infine, oltre 100 inediti di scrittori professionisti, la nuova categoria inserita quest’anno. La giuria, guidata dalla presidente Lidia Ravera, è al lavoro per definire i finalisti e il 5 settembre sarà una gioia poter premiare tutti i vincitori”.

Ai vincitori del concorso verranno consegnati l’esclusiva “Sirefiaba Andersen”, il diploma e un premio in denaro. La Giuria premierà inoltre: un’opera particolarmente significativa con il Trofeo Baia delle Favole; l’autore della migliore fiaba in lingua stranieracon un fine settimana a Sestri Levante; le fiabe particolarmente meritevoli per contenuti e originalità con un diploma.

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Dicci la tua: lascia un commento

Veronica Roti

Veronica Roti

Sono nata e cresciuta a Santa Margherita Ligure, diplomata al Liceo Socio Psico Pedagogico di Chiavari, ho continuato gli studi laureandomi in Scienze della Comunicazione a Savona. Dopo un’esperienza di lavoro all’estero, ho vissuto due anni a Milano, dove ho conseguito la laurea magistrale in Marketing, Consumi e Comunicazione specializzandomi così nell’affascinante mondo della comunicazione. Dopo la laurea, sono tornata in Liguria, dove ho avuto modo di scoprire le diverse sfumature del settore grazie a differenti esperienze lavorative nel marketing e nell’organizzazione di eventi.

Altri articoli che potrebbero interessarti