Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Genova, con numero 6/2018 – Direzione editoriale di Mediaterraneo Servizi

C’era una volta nel cuore della città, arrampicato sulla pendici dell’isola, un piccolo cinema all’aperto. Erano gli anni ’50, Sestri era un piccolo borgo di provincia: contadini, operai e pescatori, che spesso si scambiavano i ruoli a seconda della necessità e qualche turista che cominciava a riscoprirci negli anni del Boom.
Tutti d’estate in certe sere si ritrovavano a guardare i film di Hollywood (che sarebbero poi diventati i nostri classici) proprio nel piccolo cinema. A pensarci, a sentire i ricordi di nonni e papà che vissero quei giorni, sembra di rivedere certe scene di Nuovo Cinema Paradiso, a vederne le rare foto puoi quasi sentirne la colonna sonora, gli schiamazzi dei bambini, i silenzi carichi di emozioni, lo stupore della giovane Italia di quegli anni.
Quella favola durò undici anni. Ne dovettero passare molti di più perché il cinema riaprisse i battenti e tornasse a essere un luogo di felicità e per grandi e piccini. Negli ultimi due anni il Teatro Arena Conchiglia ha ospitato oltre trenta eventi, di vario genere, che hanno intrattenuto circa 10.500 spettatori. Numeri importanti frutto del lavoro di Comune di Sestri Levante e Mediaterraneo Servizi, che operano in stretta collaborazione con le numerose realtà del territorio consentendo di realizzare appuntamenti di cultura e spettacolo.
E nell’ultima estate, quella di un anno terribile, il Conchiglia è stato un luogo di speranza. Grazie ai 58 film proiettati in sicurezza tra luglio e agosto. Grazie agli operatori e al Cinema Ariston che con coraggio hanno affrontato anche questa sfida. Grazie alla partecipazione del pubblico che ha premiato questa scelta. La speranza delle piccole gioie condivise, della magia del cinema, il sogno di una normalità antica che profuma di polvere di stelle, in certe sere, a pochi passi dalla Baia del Silenzio.

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Dicci la tua: lascia un commento

Luca Ravettino

Luca Ravettino

Sono nato e cresciuto a Sestri Levante, da sempre appassionato alla lettura e alla scrittura, ho avuto la fortuna di gestire una libreria per diversi anni. In seguito sono diventato copywriter, specializzandomi nel mondo dei Social Media. Oggi mi occupo anche di Digital Marketing. Con Segesta Magazine realizzo il sogno di scrivere storie per la mia città.

Altri articoli che potrebbero interessarti