Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Genova, con numero 6/2018 – Direzione editoriale di Mediaterraneo Servizi

Inaugurazione del 39° Festival Estivo di Musica da Camera

Venerdì 13 agosto avrà luogo il concerto inaugurale del Festival Estivo di Musica da Camera, organizzato dal Comune di Sestri Levante, dall’Associazione Musicale Ars Antiqua e da Mediaterraneo Servizi. Il Festival Estivo giunge quest’anno alla 39a edizione, confermandosi come una delle manifestazioni di punta della nostra regione. Nel 2022 festeggerà un “compleanno” importante, con il traguardo delle 40 edizioni; poche istituzioni vantano una simile storia, che ha permesso a residenti, turisti e appassionati di vivere innumerevoli occasioni di ascolto, con solisti di fama internazionale, prestigiosi complessi da camera e, in alcune edizioni, orchestre sinfoniche.
Il Festival Estivo ha avuto la capacità di rinnovarsi costantemente e anche in questo 2021 presenterà un cartellone di grande interesse, con grandi capolavori e brani di raro ascolto, ma di grande pregio artistico.
Anche quest’anno il nostro paese sta vivendo un momento critico, dopo l’emergenza del coronavirus non ancora superata, con gravi ripercussioni economiche e sociali. La storia ci ha consegnato tesori ed opere che rappresentano le più alte vette della creazione umana. È un dovere valorizzarle, difenderle e trasmetterne la conoscenza alle future generazioni. Ancora di più in momenti in cui l’umanità attraversa momenti di grande difficoltà.
Il concerto di apertura, il 13 agosto alle ore 21,15 presso il Complesso dell’Annunziata a Sestri Levante, vuole essere un anello di congiunzione con la precedente edizione del Festival Estivo, che era stata dedicata al grande genio di Beethoven nel 250° dalla nascita. È stato purtroppo, quello del 2020, un anniversario pesantemente menomato dalla pandemia: i molti festeggiamenti previsti in tutto il mondo sono stati annullati o fortemente ridimensionati.
“Percorsi artistici del genio infinito” il titolo del programma, che proporrà la sonata op. 102 n. 1 per pianoforte e violoncello (sicuramente un caposaldo della letteratura per questi strumenti), il trio op. 11 per pianoforte e archi, per terminare con il quartetto per pianoforte, violino, viola e violoncello op. 16a. Composizione questa di raro ascolto, composta da un Beethoven non ancora trentenne, ma già straordinariamente maturo (esplicito l’omaggio a Mozart), e molto amata dal suo autore, che l’ha più volte eseguita nel ruolo di pianista.
Questo interessante programma sarà affidato a concertisti di grande esperienza: Maurizio Barboro al pianoforte, Fabrizio Pavone al violino, Maurizio Redegoso Kharitian alla viola e Ferdinando Vietti al violoncello, raggruppati nell’Ensemble Felice De Giardini.

L’Ensemble Felice De Giardini si è costituito nel 2014 con l’intento primario di riportare alla luce e presentare al pubblico le composizioni cameristiche del musicista torinese a cui è intitolato e di costruire un repertorio per orchestra d’archi che spazi dal cosiddetto “stile galante” settecentesco alle esperienze compositive del Novecento storico, in particolare quello italiano. Il gruppo, a “geometria variabile”, si esibisce sovente in collaborazione con il pianista Maurizio Barboro, direttore artistico della compagine, presentando programmi, molto spesso monografici, di indubbio interesse storico e artistico. Fabrizio Pavone, Maurizio Redegoso Kharitian e Ferdinando Vietti vantano attività concertistica di rilievo per istituzioni e Teatri di tutta Europa, America e Asia collaborando, spesso come “prime parti”, con Orchestre e Direttori di chiara fama. Maurizio Barboro svolge attività solistica internazionale da oltre quarant’anni e insegna Pianoforte presso il Conservatorio “Paganini” di Genova.

L’esecuzione dei brani in programma sarà preceduta, da brevi momenti di guida all’ascolto – affidati agli stessi interpreti – con note, aneddoti e curiosità sulle varie composizioni. Tradizione ormai ampiamente consolidata e sempre gradita dal pubblico, utile a rendere l’ascolto più consapevole e partecipato.
Il secondo appuntamento del festival Estivo è previsto venerdì 20 agosto: protagonisti della serata il violinista Glauco Bertagnin (dal 1980 primo violino dei Solisti Veneti, formazione celebrata in tutto il mondo) e il pianista Simone Pagani. Molto particolare il programma presentato, di grande fascino e di accattivante ascolto: Tchaikovsky, Ginastera, Rubinstein, Dvořák, Respighi, Rossini, Veracini, Stahl, Bartók. Un viaggio musicale che attraverserà diverse nazioni europee e diverse epoche. Sarà anche l’occasione per ascoltare la splendida voce del violino “Grancino” del 1700.
Chiusura in bellezza venerdì 27 agosto con due concertisti dal prestigioso curriculum internazionale: Teatro alla Scala di Milano, Teatro Regio di Parma, Teatro San Carlo di Napoli, “Schauspielelhaus” di Berlino, Sala “F. Chopin” di Varsavia, “Suntory Hall” di Tokyo, alcuni dei palcoscenici che hanno attraversato. Katia Ghigi al violino e Michele Rossetti al pianoforte eseguiranno capolavori di Bach, Mozart, Schubert, Rachmaninoff e Brahms.

L’edizione 2021 del Festival Estivo si avvarrà della collaborazione organizzativa degli Amici della Musica di Monza.
I concerti si svolgeranno presso la Sala Agave del Complesso dell’Annunziata, in via Portobello a Sestri Levante, con inizio alle ore 21,15 e ingresso gratuito. In ottemperanza alle norme anticovid è obbligatoria la prenotazione al n° 3664876633 o alla mail festivalestivosestri@libero.it
Secondo la recente normativa sarà necessario esibire il green pass. I posti, limitati secondo le attuali disposizioni, saranno numerati e assegnati.
È possibile avere notizie dettagliate sui programmi e sugli interpreti visitando il sito dedicato all’indirizzo http://festivalestivo.altervista.org dove è possibile visionare il dettaglio delle modalità di ingresso alla sala e tenersi aggiornati sulle future iniziative musicali.

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Dicci la tua: lascia un commento

Veronica Roti

Veronica Roti

Sono nata e cresciuta a Santa Margherita Ligure, diplomata al Liceo Socio Psico Pedagogico di Chiavari, ho continuato gli studi laureandomi in Scienze della Comunicazione a Savona. Dopo un’esperienza di lavoro all’estero, ho vissuto due anni a Milano, dove ho conseguito la laurea magistrale in Marketing, Consumi e Comunicazione specializzandomi così nell’affascinante mondo della comunicazione. Dopo la laurea, sono tornata in Liguria, dove ho avuto modo di scoprire le diverse sfumature del settore grazie a differenti esperienze lavorative nel marketing e nell’organizzazione di eventi.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Pane e Olio 2021

In occasione del tradizionale appuntamento della Festa delle Città dell’Olio, la città di Sestri Levante accoglie la diciannovesima edizione di Pane e Olio, evento annuale