Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Genova, con numero 6/2018 – Direzione editoriale di Mediaterraneo Servizi

ULTIMA SETTIMANA PER CONCORRERE CON UNA FIABA INEDITA AL 54° PREMIO “HANS CHRISTIAN ANDERSEN – BAIA DELLE FAVOLE” (CI SI ASPETTANO OPERE INTERESSANTI DOPO LA GRANDE PARTECIPAZIONE DA TUTTA ITALIA AGLI OTTO WEBINAR GRATUITI PER SCRIVERE UNA FIABA!)

Scade il 31 marzo il termine per inviare una fiaba inedita a uno dei più longevi concorsi letterari italiani, il Premio “H.C. Andersen – Baia delle Favole” di Sestri Levante.
A conferma del grande interesse per questo genere letterario, sono stati 3500 i partecipanti, da tutta Italia e anche dall’estero, che hanno seguito gli otto webinar di SCRIVERE UNA FIABA offerti dal Comune di Sestri Levante e Mediaterraneo Servizi con nomi d’eccellenza della narrativa per l’infanzia.

“Il successo di questi webinar – dichiara Valentina Ghio, sindaca di Sestri Levante – è stata una bella risposta: migliaia di persone da tutta Italia e non solo, tra cui bambini, ragazzi e insegnanti, ci hanno dimostrato quanto la fiaba sia ancora amata e quanto desiderio ci sia di continuare a inventarne. Credo che sia stato importante offrire incontri di qualità per parlare a tutti di questo antico e ancora vivo genere letterario. Così come vogliamo che continui a essere il Premio “H.C. Andersen – Baia delle Favole” che quest’anno compie 54 anni e che noi, di edizione in edizione, cerchiamo di rinnovare, promuovere e rendere sempre più vitale. Con il progetto “Scrivere una fiaba” speriamo di aver raggiunto un pubblico nuovo e di aver invogliato i partecipanti a concorrere con una loro fiaba inedita. Aver potuto incontrare così tante persone interessate alla scrittura credo che alzerà ulteriormente la qualità delle opere in gara. La giuria è pronta a leggerle, le aspettiamo!”

I relatori degli otto webinar gratuiti per imparare a SCRIVERE UNA FIABA sono stati: Davide Calì, Matteo Corradini, Elisabetta Cremaschi, Isabella Christina Felline, Pino Pace, Daniela Palumbo, Mariapaola Pesce, Nadia Terranova.
Rivolti a ogni categoria prevista dal bando, i webinar hanno registrato ogni volta iscritti da tutte le regioni d’Italia. Fra i 3500 iscritti anche diversi italiani residenti in Francia, Inghilterra, Germania, Svizzera, Belgio, Irlanda, California e Costa d’Avorio.

C’è tempo fino al 31 marzo per concorrere al 54° Premio “H.C. Andersen – Baia delle Favole” con una fiaba inedita a tema libero, mai veicolata sul web e che non risulti già premiata in altri concorsi o inviata per partecipazione ad altri concorsi concomitanti.

Sono sei le categorie a cui si può partecipare: PICCINI (dai 3 ai 5 anni, in gruppo), BAMBINI (dai 6 ai 10 anni, individuale o in gruppo), RAGAZZI (dagli 11 ai 17 anni, individuale o in gruppo), ADULTI (dai 18 anni in su, solo individuale), SCRITTORI PROFESSIONISTI (dai 18 anni in su, con almeno tre opere di narrativa pubblicate non in self-publishing o con editori a pagamento, individuale), ILLUSTRATORI (dai 16 anni in su, individuale o in gruppo).

È possibile partecipare con opere in lingua italiana, inglese, francese, tedesca, spagnola, araba, cinese e russa.

Il bando completo con tutte le informazioni e le indicazioni è scaricabile sul sito www.andersensestri.it

Si ringrazia ICWA (Associazione Italiana Scrittori per Ragazzi) per la gentile collaborazione al progetto “Scrivere una fiaba”

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Dicci la tua: lascia un commento

Veronica Roti

Veronica Roti

Sono nata e cresciuta a Santa Margherita Ligure, diplomata al Liceo Socio Psico Pedagogico di Chiavari, ho continuato gli studi laureandomi in Scienze della Comunicazione a Savona. Dopo un’esperienza di lavoro all’estero, ho vissuto due anni a Milano, dove ho conseguito la laurea magistrale in Marketing, Consumi e Comunicazione specializzandomi così nell’affascinante mondo della comunicazione. Dopo la laurea, sono tornata in Liguria, dove ho avuto modo di scoprire le diverse sfumature del settore grazie a differenti esperienze lavorative nel marketing e nell’organizzazione di eventi.

Altri articoli che potrebbero interessarti