Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Genova, con numero 6/2018 – Direzione editoriale di Mediaterraneo Servizi

UN ALTRO MONDO E’ NECESSARIO A VENT’ANNI DAL G8 UN DIALOGO POSSIBILE TRA GENERAZIONI

Vent’anni non sono una distanza temporale che permetta di guardare ad un evento come “storico” ma rappresentano tuttavia un punto di osservazione significativo, dal quale osservare i fatti attraverso le lenti della riflessione, per comprendere, cosa di quei fatti resti come “lezione” o come eredità.
Sono passati vent’anni dal luglio del 2001, che vide Genova fare da teatro involontario ad una delle pagine più drammatiche della Democrazia italiana: il G8 e i noti accadimenti che lo caratterizzarono.

Come allora, vent’anni dopo, una varietà di anime e voci differenti, si sono messe al lavoro per organizzare una serie di iniziative, tese non alla mera rievocazione, quanto piuttosto ad un dialogo aperto fra generazioni. Ne è scaturito un calendario ricco e diversificato, che si svilupperà nelle città di Sestri Levante e Camogli, dal 18 al 22 luglio, con iniziative, ospiti e testimonianze.
Inevitabile sarà partire dal racconto di chi c’era ma con l’intento di proporre una riflessione e un ideale passaggio di testimone da quei giovani, che nel 2001 gridavano in piazza “Un altro mondo è possibile” a quelli che oggi rivendicano che “un altro mondo è necessario”, sullo sfondo di una situazione storica, politica e sociale, che è in continua mutazione.

Commenta il gruppo 6.000 Sardine Tigullio Golfo Paradiso: “Le Sardine sono per loro natura l’incontro, il banco ed il viaggio. Ogni generazione ha sognato nel dopo guerra di “cambiare il mondo”, con la speranza che potesse succedere. Fino ad oggi questo sogno e questa speranza spesso hanno trovato forme di repressione anche violentissima, come ad esempio nel 2001 a Genova. Ma il mare è grande ed in continuo movimento. Le Sardine nuotano in quel mare aperto e non si fermano mai, come non si fermeranno mai i sogni e le speranze delle ragazze e dei ragazzi di ogni nuova generazione. Tramandare la memoria anche attraverso la costruzione di dialoghi intragenerazionali é compito primario da parte di chi, di quella memoria, è stato partecipe, se non protagonista. È proprio in quel senso che abbiamo voluto costruire, assieme ad un gruppo di lavoro di indubbie capacità, questo racconto sui fatti del G8 di Genova.

Domenica 18 luglio si parte alle ore 18.00, Sala Agave, Convento dell’Annunziata a Sestri Levante, con la presentazione del libro di Gloria Bardi e Gabriele Gamberini: “Dossier Genova G8. I fatti della scuola Diaz” (Becco Giallo Editore) romanzo a fumetti, con i filmati originali e le registrazioni sonore, che rispecchia fedelmente la stesura della Memoria Illustrata del Procuratore della Repubblica e l’apertura della mostra omonima, con le tavole tratte dal libro.  Sarà presente l’autrice che dialogherà con Silvia Suriano.

A seguire visione del filmato: “Tutti i colori dell’arcobaleno” a cura delle 6000 Sardine del Tigullio-Golfo Paradiso. La serata si concluderà con un aperitivo.

Martedì 20 luglio, alle ore 18.00, nella sala Consiliare del Comune di Camogli, incontro con Monica Lanfranco, autrice del libro “Voi siete in gabbia, noi siamo il mondo” (Vanda Edizioni) e
Giuseppe Pericu, nel 2001 Sindaco di Genova. Conduce la conversazione Silvia Neonato.

Sempre martedì, alle 22.00, Teatro Conchiglia di Sestri Levante, Cisco Bellotti in concerto, “Baci e abbracci tour”. Ospite Adelmo Cervi.

Mercoledì 21 luglio, alle 20.45, Teatro Conchiglia di Sestri Levante, Giovanni Mari presenta il suo libro “G8 vent’anni dopo” (People Ed.). A seguire dialogo fra generazioni con: Luca Borzani,
Valentina Ghio, Marcello Massucco, Silvia Neonato, Silvia Suriano e gli studenti del Liceo Marconi Delpino di Chiavari. Modera l’incontro Roberto Pettinaroli. A seguire proiezione del video “6000 Sardine Liguria”.

Giovedì 22 luglio, alle 21.00, Teatro Conchiglia, Sestri Levante, si chiude con la presentazione del libro “Mani bianche, zona rossa” (Erga Edizioni) con l’autore Carlo Cerrato, giornalista Rai, nel 2001 direttore del Tg3 Liguria e la partecipazione di Tito Mangiante, operatore Rai, intervistati da Paola Pastorelli.

A seguire visione del film “Diaz, non cancellare questo sangue” di Daniele Vicari.

La manifestazione è organizzata dal Gruppo 6.000 Sardine Tigullio Golfo Paradiso, con il patrocinio dei Comuni di Camogli e Sestri Levante, la collaborazione delle testate “Leggendaria – Libri Letture e Linguaggi” e “La Città – Giornale di società civile” ed il supporto logistico di Mediaterraneo Servizi. Tutti gli eventi sono gratuiti ma con prenotazione obbligatoria sulla piattaforma Eventbrite

Condividi sui social

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Dicci la tua: lascia un commento

Veronica Roti

Veronica Roti

Sono nata e cresciuta a Santa Margherita Ligure, diplomata al Liceo Socio Psico Pedagogico di Chiavari, ho continuato gli studi laureandomi in Scienze della Comunicazione a Savona. Dopo un’esperienza di lavoro all’estero, ho vissuto due anni a Milano, dove ho conseguito la laurea magistrale in Marketing, Consumi e Comunicazione specializzandomi così nell’affascinante mondo della comunicazione. Dopo la laurea, sono tornata in Liguria, dove ho avuto modo di scoprire le diverse sfumature del settore grazie a differenti esperienze lavorative nel marketing e nell’organizzazione di eventi.

Altri articoli che potrebbero interessarti