Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Genova, con numero 6/2018 – Direzione editoriale di Mediaterraneo Servizi

Un weekend ricco a Palazzo Fascie con la mostra “Riscopriamo le nostre terre perdute” e ancora sorprese e promozioni per le donne e la festa del papà!

Dopo il grande successo delle presentazioni di “Donne con lo zaino” e di “Ali di tenerezza”, il Comune di Sestri Levante e Mediaterraneo Servizi, tramite il MuSel – Museo Archeologico e della Città di Sestri Levante e lo staff di Palazzo Fascie, propongono per sabato 19 marzo alle ore 14.30, la speciale visita guidata “Storie di donne a Sestri Levante” curata dalla conservatrice del MuSel, Marzia Dentone. La visita è gratuita ma è su prenotazione obbligatoria ed è soggetta all’esibizione di green pass rafforzato. Partendo dal museo i partecipanti potranno ammirare le splendide immagini di Emmy Andriesse, la quale frequentò Sestri Levante nella prima metà del Novecento e, rimanendone affascinata, ritrasse donne, madri, instancabili lavoratrici, così come le pitture di Dina Bellotti e gli scritti di Rosa Luxemburg. Storie di chi ha frequentato Sestri Levante come turista tra cui anche cantanti e attrici famose. Una passeggiata tra il centro e il lungomare per ricordare donne note e meno note ma comunque importanti per la storia della città, come la fondatrice delle Suore della Presentazione di Maria al tempio, dedite all’istruzione delle bambine o Caterina Ghio, simbolo di tante donne comuni. Spunti, testimonianze di vita e arte che si cercherà di scoprire passo dopo passo.
Le iniziative per sabato 19 marzo non finiscono qui, perché alle 17, al termine della visita guidata “Storie di donne a Sestri Levante”, verrà inaugurata la mostra “Riscopriamo le nostre terre perdute”, dieci reportage per raccontare in un solo momento il Microfestival che si è tenuto nel 2021 e quindi annunciare l’edizione 2022. L’esposizione è a cura dell’Associazione TerreOltre ed è patrocinata anche dall’Associazione Carpe Diem. I dieci reportage a opera dei fotogiornalisti del Collettivo Contrails che hanno animato le tre tappe dell’edizione 2021 del microfestival “Riscopriamo le nostre terre perdute” tornano quindi in mostra in un’antologica finale a Palazzo Fascie da sabato 19 a domenica 27 marzo. Le foto esposte offriranno punti di vista differenti per riflettere sulle terre perdute, portando a riflettere sul concetto di autenticità. In occasione della mostra sarà possibile rivedere le opere esposte, dialogare con gli autori e scoprire programma e tappe della seconda edizione del microfestival che avrà luogo da giugno a settembre 2022 in quattro tappe nell’Italia interna che merita di essere ritrovata e nuovamente vissuta. Saranno esposti i reportage degli otto membri del Collettivo Contrails: Massimiliano Donati, Valeria Ferraro, Massimo Gorreri, Cristina Maestri, Massimo Marazzini, Michele Martinelli, Emiliano Negrini, Valeria Sacchetti.
Al MuSel un’altra promozione speciale nel weekend è prevista per la Festa del papà, il 19 e 20 marzo con l’iniziativa “Porta i tuoi figli al MuSel ed entri gratis” per cui verrà concesso l’ingresso gratuito a tutti i papà che visiteranno il Museo con la propria famiglia e contemporaneamente ricevere in omaggio una cartolina che ritrae la Baia del Silenzio in uno splendido e suggestivo scatto di Giacomo Borasino, fotografo dei primi del Novecento, tra i versi del poeta e scrittore sestrese Giovanni Descalzo.
Ricordiamo che il MuSel si trova in centro storico a Sestri Levante, nel Palazzo Fascie Rossi ed è aperto regolarmente tutti i giorni, anche al lunedì, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17. La visita guidata “Storie di donne a Sestri Levante” è a prenotazione obbligatoria, telefonando al numero 0185 478 530, email iat@mediaterraneo.it Per l’accesso ai locali del Museo è necessario avere il green pass rafforzato e saranno rispettate tutte le norme anti-contagio.

Condividi sui social

Dicci la tua: lascia un commento

Veronica Roti

Veronica Roti

Sono nata e cresciuta a Santa Margherita Ligure, diplomata al Liceo Socio Psico Pedagogico di Chiavari, ho continuato gli studi laureandomi in Scienze della Comunicazione a Savona. Dopo un’esperienza di lavoro all’estero, ho vissuto due anni a Milano, dove ho conseguito la laurea magistrale in Marketing, Consumi e Comunicazione specializzandomi così nell’affascinante mondo della comunicazione. Dopo la laurea, sono tornata in Liguria, dove ho avuto modo di scoprire le diverse sfumature del settore grazie a differenti esperienze lavorative nel marketing e nell’organizzazione di eventi.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Riprende il servizio di vigilanza notturna

Mediaterraneo Servizi su mandato dell’Amministrazione Comunale ha ripreso il servizio di vigilanza notturna del centro storico già effettuato la scorsa stagione. E’ un’estate particolare: senza eventi,

Approvato il Bilancio 2018 di Mediaterraneo

Approvato oggi in assemblea il bilancio di Mediaterraneo Servizi, società in house del Comune di Sestri Levante. Chiusura positiva dell’esercizio 2018 con un valore della